Regione Lombardia

Rilascio Passaporto elettronico per maggiorenni

Ultima modifica 9 dicembre 2017

L’istanza deve essere presentata ad uno dei seguenti uffici:
1. Questura della Provincia di Residenza
2. Commissariato di Pubblica Sicurezza
3. Stazione dei Carabinieri (il Comando più vicino al luogo di residenza)
4. Ufficio Comunale preposto (nel proprio Comune di residenza)
 L’Ufficio Comunale competente del Comune di Martignana di Po (CR) è l’Ufficio SS.DD. posto al piano terra del Palazzo Municipale. Il Pubblico Ufficiale competente a ricevere la documentazione e provvedere alle autenticazioni relative a rilasci, rinnovi, proroghe, dilazioni dei nuovi passaporti elettronici, è la Dott.ssa Carmela Boldrini, Funzionario con incarico del Sindaco (art. 18, comma 2 D.P.R. 445/2000 e artt. 6 e 21 della Legge 21.11.1967, n°1185).
 Qualora l’istanza sia rivolta all’ottenimento del rilascio del NUOVO PASSAPORTO ELETTRONICO, occorre presentare all’Ufficio competente:

1. n°2 fotografie per passaporto (secondo le modalità impartite dalle Questure recentemente – Chiedere al funzionario in caso di dubbi e/o incertezze;

2. entrambe le attestazioni del versamento di € 42,50 su C/c postale n°67422808 intestato a “MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – Dipartimento del Tesoro” con la causale: “Importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

3. n°1 marca amministrativa – concessione governativa di € 73,50.

4. se si è titolari di VECCHIO PASSAPORTO SCADUTO, si deve allegare all’istanza anche quest’ultimo.

5. Nel caso il passaporto venga richiesto per furto o smarrimento, si deve allegare all’istanza copia della denuncia presentata all’autorità di PS.

6. Nel caso di istanza proveniente da genitore di figli minori – in ogni caso, anche se separato – il maggiorenne richiedente DEVE ricevere l’apposizione del consenso da parte dell’altro genitore.

 L’Ufficio competente, in base alle urgenze di servizio, predispone la pratica che dovrà essere presentata, a cura dell’interessato, all’Ufficio Passaporti della Questura competente per territorio, per la rilevazione delle impronte digitali (legge antiterrorismo).
In tale occasione il titolare del passaporto si accorderà con il Funzionario della Questura sulla consegna dello stesso:
1. ritiro del documento da parte dell’interessato allo sportello della Questura competente;
2. spedizione presso il domicilio indicato dal cittadino, previo pagamento delle spese di spedizione
(assicurata);
3. spedizione presso gli Uffici Comunali del luogo di residenza del cittadino richiedente.
La nuova Legge n°3 del 16.01.2003 ha elevato ad anni 10 (diconsi dieci anni) la validità del passaporto
elettronico eliminando il rinnovo quinquennale.
NB: Per istanza passaporto per i minori di età, si invita a chiedere presso l’Ufficio Comunale competente,
che risponderà a seconda del caso presentato

Riferimenti normativi:
 Legge n°1185 del 21.11.1967
 Legge n°3 del 16.01.2003